jueves, 1 de enero de 2015

Kitesurf







Er dittatore

Anche er più granne e prepotente dittatore,
nun po’ fa pe’ sempre la parte der leone,
un giorno quarcuno je fará pagá er conto,
se sa dopo magnato nessuno te fa uno sconto.











La mamma

La mamma te da la vita er latte er pane,
te difenne e te fa cresce con cure quotidiane,
te fai omo e chiedi: Mamma me serve ancora amore.
E no mamma nun po’ fa tanto revorgete ar Signore.













L’invidioso

L’invidioso s’arza puntuale ogni matina,
pe’ fa li versi in giro persino a ‘na latrina,
te dai a tutti e puzzi sei fredda e sei affollata,
te giudica severo pure se raccoji ‘na pisciata.













L’amicizia

Poi passá tant’anni affianco d’un soggetto,
vince paure sfiorá ideali e arrivá all’affetto,
poi basta ‘no sbajo ‘na parola pe’ perde le conquiste,
en fonno è ‘na cosa che la sogni ma nu’esiste.











 Come  Trilussa

Feci er poeta come un di facea Trilussa,
ma er popolino me liquidò en una sola mossa,
de panza ar muro me fucilò un reggimento, 
invece a lui è dedicato un monumento.

La sorte nun è un requisito de li mia,
pe’ averla devo fa un corso de alchimia,
cucinà la pietanza più squisita de alimenti
e al legnarolo je faranno i complimenti.















































































































































































© 2015 by Enzo Casamassima. All rights reserved. No part of this document may be reproduced or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical, photocopying, recording or otherwise, without prior written permission.


No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada