jueves, 1 de diciembre de 2011

Uccellacci uccellini








Saffiche amanti





Alla sei chiudono il cancello ma Elsa e Claudia hanno ancora voglia d’abbracciarsi sulla panchina del parco della cinquantasettesima strada. Un posto appartato, di fronte a un muro imbrattato di graffiti sbeffeggianti. Fresche amanti e comete del tempo, costrette a navigare controcorrente. Al fianco una coppia di colombi tuba senza vergogna. Non devono reprimere ciò che la natura ha concesso loro senza malizia. Un viale come arteria corre lungo il parco, punteggiato da maestosi alberi. Sembrano soldati che in fila aspettano d’affrontare la suprema condotta delle armi. Elsa e Claudia devono occultare il loro essere, assediate da mille occhi inquisitori.

Quando l’orizzonte caliginoso appare e sicura più non sei delle tue gioie, fuggir vorresti e in un vortice di insoliti patemi ti senti rovinare. Ti accomiati sofferente e serbo di te tutto il ricordo. L’ombra del tuo dolce sorriso e della tua invitante quiete. Il cuore mio in tumulto è scosso come monte alla slavina e il mio orgoglio gemente, gelato da sorpresa or langue. Sconfitta dal tempo e infastidita dai tuoi mutanti desideri, tornar vorresti bimba amata, per non sentir della pelle l’energico suo fremere e il richiamo dello stesso sesso. E non subir del dileggio l’onta.

Saffo, cacciatrice d’anime, ascolta e mira. Scompigliata e appena nata al goder dei canti e al fustigar della tua bionda chioma di fior d’incanto cinta, sul mio corpo complice. Come la luna quando florida e  intumidita dalle costanti rivoluzioni, al parossismo esplode spargendo a terra come sementi argentee la sua luce, cosí lo sprezzante giudizio con l’altrui silenzio monta e scoppiettante di perfidia, smette d'essere tolleranza o indecisione e sfocia in manifesta e iniqua sentenza. Teneri amanti, splendide signore, prendete quello che il cielo vi propone, vivete le vostre inclinazioni e lasciate agli altri tutto il cinismo, affrontate con forza il prepotente, senza mettervi alla stregua di un perdente.

Alla libertà d’essere. Elsa











Ringrazio le anime pure che nel mondo hanno seguito ed elogiato la mia opera. Buon Natale e Felice Anno Nuovo.


Doy las gracias a las almas puras que en el mundo han seguido y elogiado mi obra. Feliz Navidad y Prospero Año Nuevo.
















































































































































































































































© 2011 by Enzo Casamassima. All rights reserved. No part of this document may be reproduced or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical, photocopying, recording, or otherwise, without prior written permission.


No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada